Suchergebnis: Dopo+lavoro

Trefferanzahl: 29640

Sortieren nach:

Filtern nach:
Medienart
Name
Erscheinungsdatum
Erscheinungszeitraum
Erscheinungsjahr
Erscheinungsort
Verfasser
Verlag
Kategorie
Sprache
Ort
Person
Organisation
Nr. Vorschau Infos zum Werk Datum/Details
01 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/169266/169266_36_object_4954867.png

Atti del 1. Convegno Interregionale fra gli Istituti pel promuovimento delle Piccole Industrie delle Tre Venezie : Venezia 2 - 3 ottobre 1920

Autor: Istituto per il Lavoro <Venezia> / Comitato Provinciale per le Piccole Industrie / Istituto per il Lavoro, Comitato Provinciale per le Piccole Industrie
Erscheinungsjahr:1920
Erscheinungsort:Venezia
Verlag:Garzia
Umfang:80 S.
Medientyp:Buch
Sprache: Italienisch
Schlagwort:g.Friaul-Julisch-Venetien;s.Industrie;s.Klein- und Mittelbetrieb;f.Kongress;g.Venedig <1920> ; <br>g.Trentino-Südtirol;s.Industrie;s.Klein- und Mittelbetrieb;f.Kongress;g.Venedig <1920>
Kategorie: Technik, Mathematik, Statistik
Notation:20 Ind - It - O<br>20 Ind - Tir - O<br>23 Tir 9 a ST - O
Signatur:III 96.610
IDN:169266
Anmerkungen:-

Treffer:Seite 36
Textauszug:
in ogni capoluogo di provincia. Essi saranno composti di nove 1 membri, ossia di un rappresentante del Ministero dell’Industria e Commercio, di un rappresentante del Consiglio Provinciale, di un rappresentante del Consiglio Comunale del capoluogo, di un rappresentante della Camera di Commercio e di un rappresentante delle Organizzazioni operaie della provin cia designato dal Consiglio superiore dei Lavoro, da un rappresentante elet tivo del personale direttivo e insegnante delle Scuole professionali
1920
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
02 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/BT/1925/15_02_1925/BT_1925_02_15_7_object_3222703.png

Bollettino Ufficiale Prefettura Trento

Seiten:16 Seiten
Medienart:Zeitung
Erscheinungsdatum:15.02.1925

Treffer:Seite 7
Textauszug:
, inoltre, che pel procedimento in via amministrativa sono tuttora applicabili le norme del R. Decreto-legge 7 novembre 1920, n. 1564, del Decreto 15 novembre 1920, del ces- . sato Ministero del Lavoro,, sicché le SS. LL. ricevuto il verbale di contravven zione dovranno con propria ordinanza invitare il contravventore a versare, en tro un periodo massimo di 15 giorni : dalla comunicazione, la somma di Lire , 100, o del doppio, per i recidivi, pei casi di contravvenzione di cui al citato art
15.02.1925
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
03 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/BB/1934/01_07_1934/BB_1934_07_01_10_object_3222680.png

Bollettino Ufficiale Prefettura Bolzano

Seiten:17 Seiten
Medienart:Zeitung
Erscheinungsdatum:01.07.1934

Treffer:Seite 10
Textauszug:
Circolare n. 9169 del 19 giugno 1934-XII OGGETTO: Coordinamento assistenza. Ai sigg. Podestà e Commissari Prefettizi - Provincia Ai sigg. Presidenti Congregazione di Carità - Provincia Il Ministero dell'Interno comunica quanto apresso, che qui di seguito integralmente trascrivo per la rigorosa osservanza: „L'estensione assunta dalla funzione sovventiva dopo l'intervento in questo campo del Partito Nazionale Fascista, che ha destinato a tale attività ingenti mezzi finanziari, avvalendosi, per

utilità, anche le organizzazioni e gli istituti privati che svolgono opera benemerita nel campo della beneficenza elemosinerà, eseguano identiche annota zioni sui libretti anzi cennati. p. il Prefetto ROSSI Circolare n. 9310/III del 19 giugno 1934-XII OGGETTO: Rilascio in eccezionale del libretto dì lavoro a fanciulli bi sognosi. Ai Sigg. Podestà e Commissari Prefettizi - Provincia Il Ministero delle Corporazioni comunica quanto segue: ,,E' noto che, a norma delle disposizioni di legge vigenti sul

lavoro
01.07.1934
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
04 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/219729/219729_4_object_4661309.png

Statuto

Autor: Istituto per le Piccole Industrie e l'Artigianato dell'Alto Adige <Bolzano> / Istituto per le Piccole Industrie e l'Artigianato
Erscheinungsjahr:[ca. 1930]
Erscheinungsort:Bolzano
Verlag:Mariz
Umfang:8 S.
Medientyp:Buch
Sprache: Deutsch
Schlagwort:k.Ente Nazionale per le piccole industrie e l'artigianato / Istituto per le piccole industrie e l'artigianato dell'Alto Adige;s.Satzung
Kategorie: Wirtschaft
Notation:14 Wsch 5 Tir 20 O<br>23 Tir 9 a S 20 O
Signatur:II 96.686
IDN:219729
Anmerkungen:-

Treffer:Seite 4
Textauszug:
STATUTO NOME, SEDE E CIRCOSCRIZIONE DELL'ISTITUTO. ART. 1. Con riferimento ai Regi decreti 16 novembre 1924, No. 2338, 31 ottobre 1923, No. 2523, alle leggi 3 aprile 1926, No. 563, e 29 marzo 1928, No. 631, ed in applicazione dei principi sanciti dalla Carta del Lavoro, è costituito l'Istituto per le Piccole Industrie e l'Artigianato dell'Alto Adige, con sede a Bolzano. Esso esplica la. sua attività in tutta la zona di giurisdizione della provincia di Bolzano. SCOPI. ART. 2. L'Istituto

ha lo scopo di assistere nel campo tecnico, creditizio e commerciale la produzione, con particolare ri guardo alle industrie minori (piccole industrie e artigianato), e di favorire con ogni mezzo — anche cooperando con gli Istituti a ciò espressamente costituiti — la diffusione dei moderni criteri di organizzazione del lavoro, sia ai fini del l'incremento e della economicità della produzione, sia ai fini della elevazione intellettuale, sociale e tecnica delle classi produttive. Pel raggiungimento delle
[ca. 1930]
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
05 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/169266/169266_15_object_4954846.png

Atti del 1. Convegno Interregionale fra gli Istituti pel promuovimento delle Piccole Industrie delle Tre Venezie : Venezia 2 - 3 ottobre 1920

Autor: Istituto per il Lavoro <Venezia> / Comitato Provinciale per le Piccole Industrie / Istituto per il Lavoro, Comitato Provinciale per le Piccole Industrie
Erscheinungsjahr:1920
Erscheinungsort:Venezia
Verlag:Garzia
Umfang:80 S.
Medientyp:Buch
Sprache: Italienisch
Schlagwort:g.Friaul-Julisch-Venetien;s.Industrie;s.Klein- und Mittelbetrieb;f.Kongress;g.Venedig <1920> ; <br>g.Trentino-Südtirol;s.Industrie;s.Klein- und Mittelbetrieb;f.Kongress;g.Venedig <1920>
Kategorie: Technik, Mathematik, Statistik
Notation:20 Ind - It - O<br>20 Ind - Tir - O<br>23 Tir 9 a ST - O
Signatur:III 96.610
IDN:169266
Anmerkungen:-

Treffer:Seite 15
Textauszug:
enti ad associazioni e ad altri sodalizi già sorti prima della data di pubblica zione del presente decreto e che abbiano per iscopo principale di aiutare le ^ piccole industrie e di offrire con questo ausilio a determinate classi di. ! persone. 1 11 Ministro per l’Industria, Commercio e Lavoro potrà accordare sussidi a detti sodalizi, in misura da determinarsi ogni anno ed in rapportò alla im portanza dell’azione che ciascuno di essi dovrà esplicare. Art. 10. — Per le spese relative

all’applicazione del presente decreto sarà provveduto per ciascuno degli esercizi 1918 e 1919 — 1919 e 1920 con la somma di L. 550.000 da prelevarsi su fondi stanziati dal Decreto L. T. 6 Marzo 1919 N. 316 al cap. 105-quater dello stato di previsione del Ministero per l’Industria Commercio e Lavoro e ripartibili nella seguente misura: a) L. 240.000 per sussidi ai comitati di cui all’art. 5 ed alle associazioni e sodalizi di cui all’art. 1 lettera F e 9. b) L. 290.000 per acquisto di utensili modelli e simili

materie prime o strumenti di lavoro ; c) provvedere alla vendita dei prodotti fabbricati dai soci. 14
1920
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
06 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/BB/1948/01_12_1948/BB_1948_12_01_2_object_3237805.png

Bollettino Ufficiale Prefettura Bolzano

Seiten:44 Seiten
Medienart:Zeitung
Erscheinungsdatum:01.12.1948

Treffer:Seite 2
Textauszug:
PREFETTURA DI BOLZANO N. 25508-1 il Bolzano, 5 ottobre 1948 OGGETTO : Norme per l'iscrizione delle cooperative e loro consorzi nel registro prefettizio e nello schedario generale. AI SINDACI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA * s Per conoscenza e norma si trascrive qui di seguito la circolare n. 27-4199 in data 9. 9. 1948 del ^Ministero del Lavoro e della previ denza sociale, contenente norme per l'iscrizione delle cooperative e loro consorzi nel registro prefettizio e nello^schedario generale
01.12.1948
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
07 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/FT/1943/30_06_1943/FT_1943_06_30_3_object_3241615.png

Fogli Annunzi Legali Prefettura Trento

Seiten:8 Seiten
Medienart:Zeitung
Erscheinungsdatum:30.06.1943

Treffer:Seite 3
Textauszug:
göt ^ ' ào giugno 1943-XII — N. 10Ö Foglio Annunzi Legali della Provincia di Trento disciplina nazionale della domanda e dell'Qfferta di lavoro. L'imprenditore deve far conoscere al prestatore di lavoro, al momento dell'assunzione, la categoria e la ; . qualifica che gli sono assegnati, in relazione alle mansioni' per cui è stato assunto. Art. 2. — Documenti, L'assunzione dell'operaio sarà nor malmente subordinata alla iTresentn- ziono dei seguenti documenti: a) libretto di lavoro; b) eventuali

certificati che compro vili o le precedenti occupazioni ; L'Operaio comunicherà alla Ditta Iti propria residenza ed ogni even tuale cambi amento. La Ditta potrà eventualmente chie dere anche il certificato penale di data non anteriore a tre mesi. Art. 3. -—■ Assunzione delle donne e dei fanciulli. L'ammissione al lavoro e il lavo ro delle donne, dei fanciulli e dei la voratori inferiori ai 18 anni, sono regolati dalie disposizioni di legge-e da quelle contenute nel presente contratto. La mano d'opera

sostituita con quella lavorazioni proprie maschili. Art. 4. — Visita L'Operaio potrà essere sottoposto a visita medica da parte del medico di fiducia della Ditta. Art:. 5. '— Periodo tfi prova. L'assunzione al lavoro di ogni o- peraio potrà essere subordinata ad un periodo di prova della durata massima di una settimana. Saranno esentati dall'effettuazio- Art. 0. - OASEARIA femminile sarà maschile nelle delle categorie medica . ne eli tale periodo di prova i lavo ratori riassunti presso la stessa

a- zienda con la stessa qualifica entro mi quinquennio. Durante il perìodo di prava, la ri soluzione del rapporto di lavoro po trà effettuarsi in qualsiasi momen to senssa preavviso e senza corre sponsione di qualsiasi indennità. Ne però la prova è stabilita per un rompo minimo necessario, la facoltà di recesso ndn può esercitarsi prima della scadenza del termine. Qualora alla scadenza del periodo di prova, l'azienda non proceda alla disdetta del rapporto, l'operaio si in tenderà confermato in servizio

. Il periodo di prova va computato a tut ti gli effetti per la determinazione dell'anzianità di servizio-, All'operaio confermato al lavoro, la Ditta comunicherà la qualifica at tribuitagli e la paga da corrispon dergli con decorrenza dal primo gior no di prova. La paga non potrà es sere inferiore al minimo contrattua le previsto per la qualifica alla qua li- l'operaio verrà assegnato. L'operaio che venga licenziato o che si, dimetta durante il periodo di prova, ovvero che alla fine del pe riodo stesso non
30.06.1943
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
08 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/BB/1940/21_01_1940/BB_1940_01_21_4_object_3228425.png

Bollettino Ufficiale Prefettura Bolzano

Seiten:14 Seiten
Medienart:Zeitung
Erscheinungsdatum:21.01.1940

Treffer:Seite 4
Textauszug:
lavori di pubblica utilità e di bonifica non erano tenuti a munirsi del libretto di lavoro ; non solo perchè allora tale obbligo era limitato alle maestranze occupate stabilmente in lavori di carattere industriale, ma anche e sopratutto per evitare la dispersione di una notevole quantità di libretti. Se questi lavoratori agricoli (braccianti), la cui attività pre valente è agricola e che solo temporaneamente furono adibiti a lavori di carattere industriale, ottennero allora, indebitamente

campi. Nel libretto, che sarà loro rilasciato, saranno apportate le anno tazioni corrispondenti a questi speciali lavori, anche se la prima quali fica professionale del lavoratore (che è di spettanza del datore di la voro, art. 3 e 4 della legge), sia diversa da quella temporaneamente assunta in seguito alla loro ammissione a lavori diversi da quelli agri coli o forestali. Da quanto precede si deduce che: 1) l'attività prevalente di lavoro è quella che serve a determinare la „qualifica professionale

', del lavoratore, qualifica che, si ripete, è di competenza del datore di lavoro; 2) è in facoltà dei Podestà di compilare elenchi anagrafici dei lavoratori agricoli, elenchi che potranno facilitare la distribuzione dei li bretti : 3) i Comuni che debbono rilasciare un'altro libretto ai lavorato ri che sono già in possesso di questo documento personale di lavoro; 4) ai lavoratori agricoli, in possesso del libretto con questa qualifica professionale, è consentita anche l'assunzione in lavori diversi
21.01.1940
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
09 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/BB/1946/21_07_1946/BB_1946_07_21_12_object_3234674.png

Bollettino Ufficiale Prefettura Bolzano

Seiten:36 Seiten
Medienart:Zeitung
Erscheinungsdatum:21.07.1946

Treffer:Seite 12
Textauszug:
; per i sinistrati di guerra; per i congiunti di connazionali residenti all'e stero che non inviino rimesse; il Ministero dell' Africa Italiana pei i profughi dell'A.I. e i congiunti dei connazionali colà residenti; il Ministero dell'Industria, Commercio e Lavoro, per i rimpatriati dall'estero; l'Alto Commissariato per i profughi per i profughi e gli sfollati. Per le anticipazioni alle Prefetture e per le somministrazioni di fon di occorrenti ai Comuni si procederà con le modalità indicale alla pre

stessi. III. — L'art. 9 del decreto in oggetto chiarisce che le indennità pre viste dagli articoli precedenti vanno corrisposte una sola volta ai bene ficiari che abbiano diritto alle indennità stesse per titoli diversi. Nel caso che il diritto all'indennità sussista in dipendenza di un rapporto di lavoro o dì un trattamento di quiescenza e in applicazione del surrichiamato art. 3, deve essere corrisposta soltanto l'indennità de rivante dal rapporto di lavoro' o dal trattamento di quiescenza
21.07.1946
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
10 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/BB/1946/21_01_1946/BB_1946_01_21_13_object_3234019.png

Bollettino Ufficiale Prefettura Bolzano

Seiten:18 Seiten
Medienart:Zeitung
Erscheinungsdatum:21.01.1946

Treffer:Seite 13
Textauszug:
Visto l'art. 19 della legge Comunale'e Provinciale ; decreta Art. 1 — Nel termine di giorni dieci dalla data del presente decreto tutte le pubbliche amministrazioni civili e militari, tutte le aziende ed in generale tutti i datori di lavoro di qualsiasi categoria, sono obbligati a trasmettere all'Ufficio Provinciale del Lavoro - Div. Statistica, qualora non abbiano già ottemperato all'invito di detto Ufficio, l'elenco del personale femminile impiegato, attualmente 'in servizio, completato dei

seguenti dati : a) stato civile b) situazione di famiglia c) titolo di studio d) mansioni esplicate e) se avventizia o di ruolo f) data di assunzione g) ammontare del trattamento economico percepito h) eventuali redditi personali e familiare o eventuali altri cespiti di guadagno. Ari 2 — Le Commissioni interne, ove esistano, sono ritenute responsabili insieme con il datore di lavoro, dell'esatta, completa e tempe stiva segnalazione dei dati di cui all'art. 1 Art. 3— L'Ufficio Prov. del Lavoro

è autorizzato a richiedere l'intervento dell'Ispettorato del Lavoro per accertare presso tutti gli enti e le persone indicati all'art. 1 l'esatta osservanza delle norme contenute nel presente decreio. Art. 4 — A carico degli inadempienti saranno applicate le sanzioni pre viste dalla legge. Art. 5— L'Ufficio Provinciale del Lavoro è incaricato dell'esecuzione del presente decreto. t p. IL PREFETTO Gilardi /
21.01.1946
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk