Suchergebnis: Tribunale di Trento

Trefferanzahl: 206

Sortieren nach:

Filtern nach:
Medienart
Name
Erscheinungsjahr
Erscheinungsort
Verfasser
Verlag
Kategorie
Sprache
Ort
Person
Organisation
Nr. Vorschau Infos zum Werk Datum/Details
01 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/350295/350295_416_object_5191459.png

Commentari della storia trentina : con un'appendice di notizie e documenti

Autor: Ambrosi, Francesco / Francesco Ambrosi
Erscheinungsjahr:1887
Erscheinungsort:Rovereto
Verlag:Sottochiesa
Umfang:317 S. : Ill.
Medientyp:Buch
Sprache: Italienisch
Schlagwort:-
Kategorie:
Notation:-
Signatur:II 102.611
IDN:350295
Anmerkungen:-

Treffer:Seite 416
Textauszug:
in Trento i già arrivati si stavano disponendo le cose ad un nuovo ordine. Il conte Consolati tentava di far rivivere la Reggenza ; ma la sera dei 12 novembre V arriva il consigliere Filippo Baroni di Cavalcabò di Sacco, incaricato dal ministro plenipotenziario Lehr- bacli di ricevere il Principato in nome di Sua Maestà quale avvocato, protettore e difensore della Chiesa di Trento, e di farvi eseguire gli ordini sovrani tanto nell’ amministrativo che nel giudiziario, finché lo esigevano le circostanze

. Partecipa la cosa al Decano, e gli fa sapere, che non tollera ostacoli, essendo altresì autorizzato di servirsi della forza per ridurre i renitenti al dovere. E intanto venivano deposti - i consiglieri eletti dai Francesi, non meno che il podestà Cheluzzi, a cui veniva sostituito il vicepodestà Bernardino Gerardi di Pietra- piana. Il nuovo tribunale prese il nome di Consiglio Amministrativo, e furon chiamati a sedervi in qualità di consiglieri Andrea Messina, Giuseppe Taxis, Vigilio Sehrattemberger

a dismisura ed ammorbavano con i loro miasmi la città. Il Magistrato era in an gustie; ed a tanti mali s’ aggiungeva il terribile incendio scoppiato al palazzo delle Albere la sera dei 24 decembre per incuria dei militi che lo abitavano. Arse tutta la notte, sicché ogni parte dell’ edificio fu invasa dalle fiamme, cancellando per sempre ciò che 1’ arte v’ avea saputo creare di grandioso e di elegante 2 ). E circa questo tempo giungeva 1 all’ impensata in Trento il ministro plenipotenziario conte
1887
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
02 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/350295/350295_367_object_5191410.png

Commentari della storia trentina : con un'appendice di notizie e documenti

Autor: Ambrosi, Francesco / Francesco Ambrosi
Erscheinungsjahr:1887
Erscheinungsort:Rovereto
Verlag:Sottochiesa
Umfang:317 S. : Ill.
Medientyp:Buch
Sprache: Italienisch
Schlagwort:-
Kategorie:
Notation:-
Signatur:II 102.611
IDN:350295
Anmerkungen:-

Treffer:Seite 367
Textauszug:
sì rinnovassero i disordini la mentati in passato. Dato termine a questo importante negozio, il Firmìan affrontò con coraggio i pericoli dell’ulteriore riforma; e prima, pel governo delle cose ecclesiastiche, eresse, ad esempio di Salisburgo e di altre chiese germaniche, ira concistoro, che fu di sommo accoramento pel vicario & Borzi; il quale vedeva di mal’occhio ogni istituzione che non fosse italiana, ed il concistoro non era che un passo avanzato verso quella sommissione della Chiesa di Trento alla

metropolitana di Sa lisburgo, tentata nel 1728, e non riuscita. Egli vi s oppose; è andati a vuoto i fatti sforzi, si sentì oppresso da un tale dolore, che lo tolse di vita (t 749). Al Suffraganeo fu data l’incombenza di com porre quel tribunale, e vi s’impiegarono persone di scarsi talenti e di nessuna esperienza: eran bigotti e bacchettoni, tutti del genio del Suffraganeo, a cui piacevano i colli storti e gli uomini dediti al- V asceticismo, distinti dagli altri per un largo cappellone o un lungo mantello

*). Ma questo tribunale così composto non fece onore al paese, e fu cagione, che ti Coadiutore ne riportasse un infinità di disgusti e di amarezze- Nel temporale il Coadiutore provvide meglio, e fece da sè, eli minando dal Consiglio i consiglieri che io aveano screditato, e po- nendovene di quelli eh’erano abili al disimpegno degli affari; rifor mando le giudicature, e scegliendo a dirìgerle persone accreditate e capaci ; ricomponendo la propria Corte col non ammettervi che gente attempata ed autorevole
1887
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
03 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/223883/223883_123_object_4652203.png

Mezzo secolo

Autor: Camera di Commercio e di Industria <Rovereto> / Camera di Commercio e di Industria in Rovereto
Erscheinungsjahr:1902
Erscheinungsort:Rovereto
Verlag:Grandi
Umfang:107, XXVI S. : Ill.
Medientyp:Buch
Sprache: Italienisch
Schlagwort:k.Camera di Commercio e di Industria in Rovereto;z.Geschichte 1852-1902
Kategorie: Wirtschaft
Notation:14 Wsch 6 Tir 19/20<br>23 Tir 9 a T 19/20 F
Signatur:III 1.381
IDN:223883
Anmerkungen:-

Treffer:Seite 123
Textauszug:
Madrano-Vigalzano far capo alla stazione ferroviaria di Pergine, oppure allacciarsi per Civezzano od al Ciré alla postale Trento-Pergine. La sua lunghezza complessiva sarebbe di 16 a 20 Kilometri, con pendenze in media del 4 fino all' 8%. In tal modo questa plaga segregata verrebbe messa in condizione di con venientemente esportare i propri prodotti, specialmente il legname di cui abbonda, quanto di importare a prezzi convenienti le merci delle quali abbisogna, con bene ficio oltre che dei paesi
1902
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
04 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/241741/241741_19_object_5218225.png

¬L'¬innominato II° da Trento

Autor: Pederzolli, Giuseppe / di Giuseppe Pederzolli
Erscheinungsjahr:1881
Erscheinungsort:Rovereto
Verlag:Sottochiesa
Umfang:36 S.
Medientyp:Buch
Sprache: Italienisch
Schlagwort:p.Rosmini Serbati, Antonio ; s.Presse ; s.Rezeption
Kategorie: Geschichte
Notation:11 Gesch 4 Tir 18/19 B<br />23 Tir 2 T 18/19 B
Signatur:II 102.159
IDN:241741
Anmerkungen:-

Treffer:Seite 19
Textauszug:
ai Rosminiani sommissione e docilità ai Poteri costituiti nella Chiesa di Gesù Cristo, e con temporaneamente lacera in fàccia alla 8, Con gregazione i Decreti che emanò, e sulla tomba venerata di Papa Benedetto calpesta la Co stituzione Sollicita ac provida , che unica mente la regge e la governa. Almeno aspet tasse, che , venisse abrogata e cassata. 18. Son questi ed altri consimili, ì por tenti . dell' Innominato II da Trento ; nè io finirei così presto se tutti volessi infilzarli. Intanto

egli è famoso nell'imbandire caròte anche madornali sulla mensa dei sempre ottimi suoi giornali ; come è quella che in data di Trento 9 dicembre 1880 fece ingol lare all 5 Osservatore mttolico n. 185: quando mandandogli da stamparsi la lèttera del buon Prete Luigi Peder zini a me diretta, gli spif fera ingenuamente, che “ l’accusato Profes sor Peder zolli, il più ardito degli scrittori ed artiglieri Rosminiani della stessa città di Rovereto „ fu costretto a publicarla nel Rac coglitore (sic

) w a titolo di giustizia dalla Su periore Autorità (sic)..... senza combatterla, o menomarne il valore „ ; mentre tutti sanno e deve saperlo anche lui, l’Innominato II da Trento, quale esordio le ho premesso, e quale conclusione vi ho soggiunta, da accon-
1881
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
05 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/350295/350295_136_object_5191179.png

Commentari della storia trentina : con un'appendice di notizie e documenti

Autor: Ambrosi, Francesco / Francesco Ambrosi
Erscheinungsjahr:1887
Erscheinungsort:Rovereto
Verlag:Sottochiesa
Umfang:317 S. : Ill.
Medientyp:Buch
Sprache: Italienisch
Schlagwort:-
Kategorie:
Notation:-
Signatur:II 102.611
IDN:350295
Anmerkungen:-

Treffer:Seite 136
Textauszug:
allora nel recare al tribunale del nuovo Pontefice le loro pretese * ma il più astuto la vinse. Maìnardo ottenne che fosse rimessa la cosa ad una delegazione composta di prelati tedeschi, vale a dire di Volfango vescovo di Augusta, e di Corrado abbate di Wiltau Questi nel mese di gennaio 1295 intimano al decano della cattedrale di san Vigilio, ed al preposito di san Michele all’Adige -di citare ìl Conte ed il Vescovo a comparire nel duomo di Trento nel giorno decimoquinto dalla datta della citazione

. Vi compare il Conte (12 feb braio), ma non il Vescovo, il quale inviava un suo procuratore con la facoltà di appellare, e non di prestare mallevarla. Il Conte pro mette di consegnare ai delegati ogni cosa che appartenesse al ve scovato di Trento, e se ne obbliga per sè e i suoi figliuoli. Enrico di Rottemburgo ed Enrico di Gerenstein, suo cognato,' se ne costitui scono garanti ; e fatto ciò, e ricevuti dai delegati in pegno conven zionale i castelli di Thaur, di Friedenberg, di Ombres e di Rottem burgo

, condannano in contumacia il Vescovo, ed assolvono il Conte i vassalli, ì sudditi ed i fautori, da ogni censura di scomunica, anatema e interdetto 3 ). Maìnardo n’ usciva vittorioso; ma della vittoria potò godere poco Nello stesso anno 1295, in nome suo, fu fatta dal suo vicario Cale pino di Fiavò la legale designazione dei boschi delle Fenestrelle e dei monti del Comune di Trento e delle ville esteriori 4 ); e fu ultimo atto dell’autorità esercitata da lui sul principato trentino. Reduce' egli

di Carinzia cadde infermo gravemente nel castello di Greifen burg, e presenti molti prelati e uomini d’armi, fatti venire a sè i SUq j tre figli, Ottone, Lodovico ed Arrigo aggiunse al suo testamento due codicilli, comandando con il primo la restituzione di tutti i beni tòlti alla Chiesa di Trento, e con il secondo, provvedendo all’ indennità di Jacopo Vitagnone di Bolzano, a cui erano stati usurpati parecchi 9 Alberti : Annali cit. pag. 194. 3 ) Alberti: Annali cit. pag. 194. 3 ) Alberti : Annali citati
1887
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
06 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/241741/241741_8_object_5218214.png

¬L'¬innominato II° da Trento

Autor: Pederzolli, Giuseppe / di Giuseppe Pederzolli
Erscheinungsjahr:1881
Erscheinungsort:Rovereto
Verlag:Sottochiesa
Umfang:36 S.
Medientyp:Buch
Sprache: Italienisch
Schlagwort:p.Rosmini Serbati, Antonio ; s.Presse ; s.Rezeption
Kategorie: Geschichte
Notation:11 Gesch 4 Tir 18/19 B<br />23 Tir 2 T 18/19 B
Signatur:II 102.159
IDN:241741
Anmerkungen:-

Treffer:Seite 8
Textauszug:
Btesso decreto ; si accetta 'dallo stesso' Os servatore, il quale anzi vi obbedisce esem plarmente ; si proclama u autentico ..... e di piena autorità „ ( Voce cattolica di Trento 11 febb. n. 18, p. 1, coi. 1, riga 22-23) dal chiarissimo professore Lange, prete rove ntano ; si riconosce dalla Civiltà ì a quale poi, mentre stampa ' che realmente una comunicazione, simile a quella dell’ Osserva tóre cattolico fu fatta anche „ ä lei (luogo citato pag. 577 riga 7-9), e le'venne fatta “ in forma non
1881
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
07 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/350295/350295_120_object_5191163.png

Commentari della storia trentina : con un'appendice di notizie e documenti

Autor: Ambrosi, Francesco / Francesco Ambrosi
Erscheinungsjahr:1887
Erscheinungsort:Rovereto
Verlag:Sottochiesa
Umfang:317 S. : Ill.
Medientyp:Buch
Sprache: Italienisch
Schlagwort:-
Kategorie:
Notation:-
Signatur:II 102.611
IDN:350295
Anmerkungen:-

Treffer:Seite 120
Textauszug:
, appr offittaildò di ( l uc3te circostanze a lui favorevoli, scaglia la scomunica sull’usurpatore e interdice la città di Trento. Il vescovo di Cremona conferma la pronunciata episcopale sentenza (8 feb braio 1268 ); per la qual cosa Mainardo sbigottito s’appella a Roma.- Fu delegato a comporre la vertenza il vescovo di • Coira ; il quale nomina in sua vece Corrado decano di Bressanone. Il nostro -Ve scovo è invitato a comparire dinanzi a lui, e vi manda Emericò sa cerdote in qualità di legato

; ma Corrado non lo riconósce, ed Egnone è condannato in contumacia. E tuttavia la cosa qui non si ferma: il Vescovo ricorre di nuovo alle anni spirituali; Corrado torna ad in sistere, perchè Egnone si portasse al suo tribunale personalmente, o per mezzo di procuratore, e fa che l’intimazione sia porta dal maestro Giovanni -Ungaro (15 luglio), nuncio di lui; giudice delegato del ve scovo dì Coira; ma il Vescovo non se ne dà per inteso, ed è di nuovo condannato in contumacia (26 agosto). Se non che dopo que

di Trento, che a dì 15 febb. 1269;, per mezzo de* suoi procuratori, giura ad Egnone di stare a’ suoi comandi v e promette di essergli ubbidienti sotto pena-dì 3000 U re veronesi.* Mainardo le fa da mallevadore, eil Vescovo, fatti bàttere i detti procuratori, ed altri cittadini, da Gennaro priore di santa Maria Coronata collibro dei salmi, assolve l'intera città e la riamette alla partecipazione dei sacramenti 3 ). Non rimane a Trento;-e ritenendo la pace conchiusa con ì conti del Tirolo più sincera
1887
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
08 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/350295/350295_83_object_5191126.png

Commentari della storia trentina : con un'appendice di notizie e documenti

Autor: Ambrosi, Francesco / Francesco Ambrosi
Erscheinungsjahr:1887
Erscheinungsort:Rovereto
Verlag:Sottochiesa
Umfang:317 S. : Ill.
Medientyp:Buch
Sprache: Italienisch
Schlagwort:-
Kategorie:
Notation:-
Signatur:II 102.611
IDN:350295
Anmerkungen:-

Treffer:Seite 83
Textauszug:
83 gliüolo d' Aldrìghetto, ~ uscendo di Rovere con la lancia in resta, Contro il Vescovo di Trento, che veniva con molta gente per torglì 10 Stato, l'ammazzò, conservando la Signoria a suoi discendenti i ). Altrove dice pure, che il nome fosse stato dato da uno Della Ro vere, che, in premio de’prestati servigi, ottenne di restare alla cura de' confini di Borghetto 2 ). Ma sull’autorità di questo autore nulla sì può conchiudere. Si ha solamente di certo, che Rovereto esisteva al tempo di cui

parliamo, ed era infeudato all’illustre famiglia dei Castelbarco. Del resto quella terra, che fu culla al commercio trentino,' ' e patria di molti uomini illustri, si deve avere per molto antica, forse da prima abitata senza che avesse un nome, poi accresciuta da nuovi abitatori con nome probabilmente preso dai Roveri che vegetavano rigogliosi ne’ suoi contorni, e in fine per nuovo aumento di popola zione, e per l’importanza del luogo, divenuta la sede d’ un tribunale di giustizia esteso a tutta

: Memorie storiche della città e del territorio di Trento, ! II, pag. 11. ! 3 ) Muratori Antiquit. Ital, 1Y, pag. 285 — Tartaro™ : Memorie I cit., pag. 18. ! 6 ) Labbei Concilia ecc., XIII pag. 13. I . ■ ' l . ■ • ■ ,
1887
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
09 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/350295/350295_331_object_5191374.png

Commentari della storia trentina : con un'appendice di notizie e documenti

Autor: Ambrosi, Francesco / Francesco Ambrosi
Erscheinungsjahr:1887
Erscheinungsort:Rovereto
Verlag:Sottochiesa
Umfang:317 S. : Ill.
Medientyp:Buch
Sprache: Italienisch
Schlagwort:-
Kategorie:
Notation:-
Signatur:II 102.611
IDN:350295
Anmerkungen:-

Treffer:Seite 331
Textauszug:
16 Corte. 1 canonici, per tutte queste sue qualità, ne vagheggiavano Y elezione, e convocati per la nomina del successore, pensavano alla fortuna eh’ egli solo potea rendere al vescovato, allora ridotto a gravi angustie - non avea più di nove mila scudi d’ entrata -, la lite dispen diosissima con i Castelbarco, pel possesso dei Quattro Vicariati, pen deva ancora indecisa al tribunale dell' Impero, e poi c erano liti da intraprendere per il mantenimento dei diritti della chiesa contro gli eredi

suonò forte, malgrado che 1’ organista n’ avesse messa tutta la sua arte, ed al Castello la cam panella solita a suonare nell’ elezione del vescovo, si ruppe al primo tocco 1 ). H papa poi, senza essere con il popolo, sì rifiuta di con fermare quella elezione, e non riconosce l’Arciduca per legittimo ve scovo di Trento. E non di meno 1’ eletto si tenne fermo, ed ottenuta dall’Imperatore, suo cugino, la solenne investitura delle regalie (26 aprile 1660), prese il temporale possesso del principato

che fu firmata dalle parti il dì 27 settembre 1662. A Giangiacomo Sizzo era stato commesso il maneggio dell’ affare ; I’ arciduca Sigismondo vi si faceva rappresentare da Ignazio Weinard, ed erano deputati per il Conte Ciriaco Troies, Cristoforo Udalrico de Fach, Giacomo Fair, Giangiacomo Arparei e il segretario Haus mann. Ne furono prodotti i gravami, e posti in discussione, fatte le 1) Motivi dell’ elezione a Vescovo di Trento dell’Arciduca Sigismondo, Vedi Appendice, N. 20. 2) Mangi : Annali
1887
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk
10 /tessmannDigital/presentation/media/image/Page/350295/350295_285_object_5191328.png

Commentari della storia trentina : con un'appendice di notizie e documenti

Autor: Ambrosi, Francesco / Francesco Ambrosi
Erscheinungsjahr:1887
Erscheinungsort:Rovereto
Verlag:Sottochiesa
Umfang:317 S. : Ill.
Medientyp:Buch
Sprache: Italienisch
Schlagwort:-
Kategorie:
Notation:-
Signatur:II 102.611
IDN:350295
Anmerkungen:-

Treffer:Seite 285
Textauszug:
che soleansi prendere contro gli eretici. Molti di questi per evitare la morte elessero un volontario esilio, riparandosi in Valtellina od altrove, ed altri per evitarla, caduti in mano dell’ Inquisizione, fecero uso delle arti suggerite dalla menzogna, e con 1’ ipocrisia in fronte si sottomisero alla prescritta abiura. Ai l3 aprile 1564 trovò il nostro Cardinale di dover rinforzare il tribunale d’ Inquisizione, e nomina inquisitori per 1’ eresia i canonici Romolo Pincio e Francesco Cazzuffi

, e i consiglieri Sforza Costede, e Francesco Betta. Ed era questo il tempo, nel quale il nostro Leonardo Colombino nativo di Terlago e cittadino di Trento giaceva in carcere e veniva processato come ere tico. Egli è lo stesso Colombino che mise in versi il Trionfo trentino nel- 1’ occasione della festa celebrata per la vittoria di Carlo V a Mühlberg'. Era accusato dei soliti errori attribuiti agli eretici, e più, di avere corri spondenza epistolare con Zuan Antonio Zurletta, eretico dannato, che viveva

in Tirano di Valtellina; di essere famigliare con Giacomo Berti- gnollo di Tondo il quale teneva calzoleria in Trento al Cantone, e con un Messer Nicodemo notaro, e con altri eretici. Il suo processo l ) incomincia col giorno 7 aprile e finisce col 15 maggio, assoggettando il povero uomo alla pubblica abiura, a un mese di reclusione in casa, senza uscire se non per andare al la messa, e digiunando per un anno intero ogni sesto giorno a pane ed acqua, a presentarsi ogni mese all Ordinario, ed ; a fare

non poco a scuotere gli animi anche tra noi, a farli spoltrire, ed a renderli alla vita dell’in telligenza. Nell’anno 1562 fu il nostro Madruzzo nella Marca anconitana, 9 Vedi Processo conservato nella Bibl. com. di Trento al N. 616.
1887
Animierte Ansicht Werk Listenansicht Werk Kachelansicht Werk